Il Lago di Como, l’antico Lario dei Romani, con la sua forma così caratteristica a rovesciata, spinge il suo vertice all’ingresso della Valchiavenna e della Valtellina, verso gli elevati passi dello Spluga, del Maloja e dello Stelvio, antiche e indispensabili chiavi per i viaggi e i commerci verso il Nord Europa. Situato tra le Alpi e la Pianura Padana, vicino alla frontiera italo-svizzera, è contraddistinto da una incredibile varietà di paesaggi. Il lago è lungo 46 km e ha una superficie di 146 km²; il punto più profondo tocca i 410 m e ha una larghezza massima di 4,3 km, tra Cadenabbia e Fiumelatte. Il lago sembra scavare un immenso solco nel territorio lombardo, divaricando i suoi rami all’altezza di Bellagio.

Il ramo orientale è ricco di borghi in cui storia, arte e natura si fondono armoniosamente. Il ramo occidentale è il più noto e meta da sempre per viaggiatori di tutto il mondo. Anche la presenza e la testimonianza di importanti personaggi che hanno amato questi luoghi ha contribuito a rendere piccoli  paesi come Menaggio, Bellagio, Tremezzo e Cadenabbia noti in tutto il mondo. Tuttavia nella stessa area si trovano anche paesaggi selvaggi e borghi quasi sconosciuti al turismo di massa.

In questa sezione forniamo brevi descrizioni, suddivise per aree geografiche, dei siti di interesse e dei luoghi più noti.

Per approfondire e cogliere l’anima profonda del Lago, sorprenderti scoprendone gli aspetti meno noti, viverlo con tutti i tuoi sensi puoi prendere parte a uno dei nostri itinerari,eventi o corsi sul territorio.

Il ramo occidentale

Questo ramo del Lago è caratterizzato da improvvise e spettacolari insenature, dalla presenza di anse e golfi , ville seminascoste o, al contrario, torreggianti imperiose sull’acqua, villaggi pittoreschi che si adagiano sui crinali dei monti, torri, campanili e cascatelle. Un paesaggio ed una prospettivas molto vari, in continuo mutamento. La magia di questi luoghi si coglie a pieno solo navigando con i battelli che partono

Il ramo orientale

La sponda orientale è ricca di paesi ricchi di storia e pittoreschi. Si tratta di un’area ideale per chi intenda approfondire, capire alternando relax e visite culturali. Le stagioni dell’anno offrono paesaggi diversi, ora allegri e movimentati, ora romantici e riposanti. Nel comune di Mandello del Lario meritano una sosta i complessi religiosi della Madonna del Fiume e la chiesa di San Giorgio. Il primo fu realizzato tra il 1624 e il 1627

Il centro lago

E’ certamente la zona più famosa del Lago di Como, Tra i monumenti più rinomati vi è la famosissima Villa Carlotta, posta fra Tremezzo e Cadenabbia, meta privilegiata sia per la visita ai suoi giardini, straordinari durante la fioritura primaverile, che per i suoi tesori d’arte con opere di Canova, Hayez e Thorvaldsen, conservati all’interno. Di grande interesse è Menaggio. Il paese, ricco di fascino

L'alto Lario

L’alto Lario è una delle zone più affascinanti del territorio. Qui natura e opera dell’uomo convivono dando origine a paesaggi indimenticabili. Infiniti sono i percorsi escursionistici tra lago e monti, in vallate spesso incontaminate. Numerosissimi sono anche i piccoli borghi di interesse storico e artistico: il comune di San Siro di cui fa parte la frazione di Rezzonico Dominata dalla mole del castello fatto erigere nel Trecento